Agricola Mapei

Azienda Agricola Mapei

La storia dell’Azienda Agricola Mapei inizia nel 1813 quando Domenico Mapei (1772-1845), notaio in Nocciano, acquistò il piccolo convento appartenuto all’Ordine dei Francescani e soppresso dagli editti napoleonici. Egli restaurò e adattò a dimora l’ex-convento e incrementò il patrimonio familiare con l’acquisizione di alcune masserie nell’agro noccianese che costituirono la base iniziale dell’attuale proprietà.

Gli oliveti secolari dell’Azienda Agricola Mapei sono incorniciati fra il mare e le montagne – Gran Sasso e Maiella – e godono di condizioni climatiche ottimali. Potature, concimazioni accurate, irrigazioni di soccorso come pure trattamenti fitoiatrici mirati permettono di mantenere un elevato standard qualitativo e quantitativo anche nelle annate meno favorevoli. La raccolta delle olive si esegue, ai primi segni di maturazione, tra la seconda metà di ottobre e la prima di novembre così da esaltare profumi e sapori presenti nel frutto ancora verde. La spremitura, operato entro quattro ore dalla raccolta e dopo lavaggio delle olive, avviene con un procedimento di estrazione a freddo nel moderno frantoio aziendale a ciclo continuo e temperature controllate: il Trappeto Mapei. L’Azienda Agricola Mapei segue il severo disciplinare di produzione secondo la norma UNI En ISO 22005:08 per la rintracciabilità di filiera controllata dal CSQA. Il processo di conversione per il biologico è cominciato nel 2010 e con l’annata 2015 l’Azienda Agricola Mapei ha lanciato un nuovo olio: il Bio Mapei.

 

SITO INTERNET